News comicon

Liberatore, di corpi e frammenti, la mostra a Pescara

Una vasta personale con oltre 100 pezzi riporta l’artista nella sua Regione, per inaugurare una nuova sede espositiva. Liberatore e COMICON, inoltre, donano al Clap Museum una statua di Ranxerox realizzata con tecnica 3D che entrerà nella collezione permanente. 

Dall’8 dicembre 2022 al 26 marzo 2023, al Clap Museum di Pescara, Tanino Liberatore, definito da Frank Zappa “il Michelangelo del Fumetto”, sarà protagonista della personale Liberatore. Di corpi e frammenti promossa da Fondazione Pescarabruzzo e CLAP Museum in collaborazione con COMICON. Un percorso tra oltre 100 opere, di cui oltre 70 inedite e mai esposte in Italia, con sezioni speciali dedicate all’eros, al leggendario personaggio Ranxerox, alla reinterpretazione di Liberatore dei supereroi e al rapporto dell’artista con musica, storia, poesia. L'inaugurazione è prevista per giovedì 8 dicembre, alle 18:00, alla presenza dell’artista che incontrerà il pubblico e si esibirà in una spettacolare performance di disegno dal vivo.

La mostra è un gioco di specchi tra presente e passato, tra il Liberatore illustratore che si offre allo sguardo del pubblico con donne disfatte e bellissime, erotiche e sfacciate, e con esplosivi corpi maschili, supereroistici, atletici. La centralità del corpo in Liberatore ritorna inoltre nei lavori sui corpi di arcaici primati, studiati nella loro evoluzione anatomica, così come nel corpo dell’iconico Ranxerox, il cyborg muscoloso e violento creato dalla mente geniale di  Stefano Tamburini e delineato graficamente da Liberatore. 

Il viaggio nel genio di Liberatore si dirama tra le connessioni che l’artista ha delineato con i più diversi immaginari culturali, a partire dalla musica con illustrazioni, copertine di dischi; con la storia classica, riletta dalle illustrazioni per la saga spartana de Lo scudo di Talos; con la poesia grazie ai disegni ispirati a I fiori del Male di Baudelaire; alla sperimentazione nel fumetto stesso, con tavole originali dei primi anni Settanta, opere inedite e copertine delle storiche riviste come “Cannibale” e “Frigidaire”.

Infine, una splendida statua di Ranxerox realizzata con moderne tecniche 3D partendo dai disegni originali di Liberatore, sarà esposta e donata dall’autore e da COMICON al Clap Museum ed entrerà a far parte della collezione permanente.